Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Medici per i senzatetto

· L’elemosineria apre un ambulatorio sotto il colonnato di piazza San Pietro ·

«Ambulatorio medico-sanitario» recita la targhetta su un portone ligneo sotto il colonnato di piazza San Pietro. È il nuovo dono di Papa Francesco ai senzatetto romani, che attraverso l’elemosineria apostolica offre loro un nuovo servizio accanto a quelli già avviati, e sempre molto frequentati, delle docce e della barberia.

Apre oggi, lunedì 29 febbraio, «e nei prossimi giorni — spiega l’arcivescovo elemosiniere Konrad Krajewski — sarà integrato anche dalle prestazioni, sempre gratuite, offerte dall’Associazione italiana podologi». Perché, aggiunge, «i piedi sono la parte più colpita nelle persone che vivono per la strada».

La scelta di iniziare di lunedì non è casuale: il primo giorno della settimana, infatti, è quello in cui i circa 150 beneficiari dei locali docce e barberia, inaugurati lo scorso anno, vanno a cambiarsi i vestiti, lasciando gli indumenti sporchi e indossando quelli puliti messi a disposizione dal reparto biancheria. Servizi potenziati con la casa-alloggio per ricoveri notturni nella sede aperta pochi mesi fa a via dei Penitenzieri. «E allora ci è sembrato giusto — chiarisce l’elemosiniere pontificio — mettere loro a disposizione anche le visite mediche gratuite. Per ora iniziamo così, ma subito raddoppiamo l’impegno settimanale con i podologi e successivamente l’assistenza potrebbe persino diventare giornaliera». Anche perché l’affluenza negli ultimi tempi è in continua crescita. «Ma noi siamo attrezzati — commenta monsignor Krajewski — per aiutare tutti quelli che busseranno alle nostre porte. È Papa Francesco che lo vuole e noi che gli siamo vicini in questa impresa siamo onorati e fortemente motivati nel rendere tutto ciò possibile».

Nel presidio il servizio è svolto da medici specialisti e personale sanitario della Santa Sede, dell’Università di R0ma - Tor Vergata e dell’associazione di volontariato Medicina solidale. I camici bianchi, oltre a effettuare visite e test sullo stato di salute, prescrivono terapie e consigliano eventuali ricoveri ospedalieri. Si tratta, conclude il promotore dell’iniziativa, di «un servizio indispensabile per la salute dei bisognosi che vivono intorno a noi». Del resto nel «prenderci cura delle persone, non possiamo prescindere da visite mediche, cure preventive e assistenza ambulatoriale continua», delle quali i senza fissa dimora «hanno particolarmente bisogno. Ecco perché il Santo Padre ha voluto che anche sotto il colonnato della basilica vaticana venisse realizzato un centro medico per chi chiede volontariamente di essere visitato e curato».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE