Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Matrimonio
come vocazione

· ​In un documento dell’episcopato tedesco ·

 I profondi cambiamenti e soprattutto l’ampliarsi del processo di secolarizzazione della società impongono alla Chiesa e in particolare ai suoi pastori la necessità di sottolineare la peculiarità del matrimonio cristiano, inteso come specifica vocazione. In questa prospettiva la Conferenza episcopale tedesca ha da pochi giorni pubblicato i punti chiave per la preparazione al matrimonio sulla base delle indicazioni e degli spunti di riflessione contenuti in Amoris laetitia, l’esortazione apostolica postsinodale di Papa Francesco sull’amore nella famiglia. «Per noi è importante che un matrimonio cristiano non significhi soltanto l’adempimento di un dovere, ma che sia invece un invito a vivere in abbondanza la vita che leghiamo insieme con il sacramento del matrimonio», ha spiegato l’arcivescovo di Berlino, Heiner Koch, presidente della Commissione episcopale per il matrimonio e la famiglia.
Il documento, diffuso dal sito in rete dell’episcopato tedesco nei giorni scorsi , intende essere il primo modulo di una serie di interventi riguardanti gli «elementi costitutivi» del matrimonio che i presuli stanno sviluppando sempre sulla base dei contenuti del magistero di Papa Francesco.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE