Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Massima allerta

· Blitz antiterrorismo a Bruxelles ma il ricercato Salah Abdeslam è ancora in fuga ·

Il fuggitivo numero uno, Salah Abdeslam, considerato uno dei responsabili del massacro di Parigi, è ancora latitante. Il lungo blitz notturno che per ore ha stretto Bruxelles si è chiuso con sedici arresti, pochi dettagli e soprattutto non un’arma o un grammo di sostanze esplosive trovati. 

Forze di polizia durante le operazioni nel quartiere di Molenbeek (Epa)

Per il Governo belga l’allerta resta al massimo livello, con scuole e metropolitane chiuse anche oggi. Le operazioni coordinate dalla polizia sono scattate nel tardo pomeriggio, subito dopo che il premier Charles Michel aveva confermato l’allerta a livello quattro. Dopo una retata scattata con una maxi-operazione coordinata in sette quartieri della città, le forze dell’ordine hanno arrestato appunto sedici persone, tutte in qualche modo collegate all’inchiesta sui fatti di Parigi. Il ricercato Salah Abdeslam, come detto, è in fuga: la polizia lo avrebbe visto a Liegi, ma poi avrebbe perso le sue tracce mentre scappava su un’auto in direzione della Germania. A Bruxelles le forze speciali hanno chiuso un ampio perimetro vicino alla Grand Place, sono entrati in un hotel Radisson poco distante, e hanno compiuto azioni a Etterbeek, Molenbeek, Jette, Anderlecht, Forest, Woluwe. Tutto sotto gli occhi di una città spettrale. A Molenbeek gli agenti hanno fatto irruzione anche nella casa dello zio di Salah. Contemporaneamente, altre tre perquisizioni si sono svolte a Charleroi. In nessuna operazione sono state trovate né armi né esplosivi. Altri cinque arresti sono stati effettuati questa mattina.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE