Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Massacri ad Aden

· Ban Ki-moon sollecita una soluzione negoziata al conflitto nello Yemen ·

I miliziani sciiti huthi hanno compiuto massacri nella città portuale di Aden, nel sud dello Yemen. Lo denunciano oggi gli abitanti del luogo al quotidiano panarabo «Asharq Al Awsat». «Forze fedeli agli huthi e all’ex presidente Ali Abdullah Saleh hanno colpito in modo indiscriminato le abitazioni civili nei distretti di Màalla e Crater, uccidendo oltre 22 persone e ferendone più di 70», ha detto una fonte locale. 

Il distretto di Crater alla periferia di Aden (Afp)

La coalizione militare araba a guida saudita aveva annunciato ieri operazioni di soccorso per la popolazione di Aden in collaborazione con il comitato internazionale della Croce Rossa. Una nave con 1,7 tonnellate di forniture mediche per l’ospedale è riuscita ad attraccare al porto della città. «Alla luce delle condizioni disastrose di alcuni distretti attorno alla città yemenita per via di atti di sabotaggio condotti dalle milizie huthi e dai loro sostenitori, ci siamo coordinati con i Comitati popolari per facilitare la consegna degli aiuti», ha detto il portavoce della coalizione saudita, il generale Ahmed Bin Hasan Asiri. La situazione è talmente grave che l’Unicef, in una nota diffusa ieri, evidenzia come la popolazione potrebbe presto essere soggetta a malnutrizione. I raid della coalizione dei Paesi arabi — questa mattina per la prima volta un caccia egiziano ha preso parte ai bombardamenti — hanno colpito ieri il complesso del ministero della Difesa nella capitale San’a, controllata da settembre dai ribelli sciiti. Secondo alcuni testimoni, il palazzo è stato danneggiato, ma non vi sono al momento conferme sulla reale entità del bombardamento.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 aprile 2018

NOTIZIE CORRELATE