Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Martire dei tempi moderni

· Antologia di lettere e scritti del Beato Teresio Olivelli ·

La raccolta di lettere e scritti vari di Teresio Olivelli, curata da monsignor Paolo Rizzi, postulatore della causa di beatificazione e canonizzazione, consente di comprendere in modo efficace l’uomo Olivelli, il suo carattere, il suo modo d’agire, le sue convinzioni, come anche la sua tensione ascetica e il suo percorso cristianamente virtuoso. Il volume Beato Teresio Olivelli, Epistolario (1932-1944). Antologia di lettere e scritti vari (Assisi, Cittadella Editrice, 2019, pagine 316, euro 17.50) è un testo che accende una luce nuova sul martire lombardo, perseguitato dai nazisti e ucciso nel 1945 a soli 29 anni nel lager di Hersbruck, perché ha testimoniato con coraggio la fede cristiana e la carità evangelica, opponendosi all’orrore della tirannia che negava all’uomo ogni parvenza di dignità e di libertà. A un anno dalla beatificazione, avvenuta a Vigevano il 3 febbraio 2018 — giorno storico per la Diocesi che ha visto uno dei suoi giovani dell’Azione Cattolica elevato all’onore degli altari — questo libro da una parte getta nuova luce sul personaggio, dall’altra consolida il grande fervore che a seguito della beatificazione si è esteso mediante un fiorire di iniziative e di approfondimenti sulla sua spiritualità e sulla sua eroica testimonianza cristiana.

Il postulatore ha pubblicato altri testi significativi riguardanti Olivelli, con il rigoroso metodo storico-scientifico della convergenza delle fonti, ricostruendo in maniera organica e completa le tappe esistenziali, gli aspetti biografici, il profilo morale e spirituale, inserendoli puntualmente nel complesso contesto storico in cui visse Teresio. Il nuovo volume si pone in continuità con tali elaborati, come ha autorevolmente evidenziato nella prefazione il cardinale Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi: «Con questa interessante e accurata pubblicazione, Mons. Paolo Rizzi porta a compimento il progetto editoriale, volto a presentare i frutti dell’itinerario di studio approfondito e serio, iniziato con l’avvio del processo canonico. Esso ha consentito di riscoprire autenticamente l’eroica testimonianza evangelica e la santità di vita di questo martire dei tempi moderni». È del 2004 la prima biografia critica di Olivelli pubblicata da monsignor Rizzi per i tipi della Libreria Editrice Vaticana: L’amore che tutto vince, vita ed eroismo cristiano di Teresio Olivelli. Si tratta di un’opera fondamentale e ponderosa di settecento pagine che raccoglie la copiosa documentazione processuale. Nel novembre 2017, in vista della beatificazione, ha dato alle stampe il libro Non posso lasciarli soli, vado con loro. Il martirio del beato Teresio Olivelli, Ed. Effatà; un testo che presenta il percorso che ha condotto il giovane Teresio al martirio.
Questo nuovo libro, che raccoglie la gran parte degli scritti di Teresio Olivelli, consente di coglierne il fulcro della testimonianza cristiana e del cammino di santità, e cioè una profonda fede che si traduce in fervida carità nella vita quotidiana, specialmente al servizio dei più deboli. Le missive olivelliane sono ordinate cronologicamente e suddivise in quattro parti corrispondenti a quattro periodi dell’itinerario esistenziale del Beato Teresio. Ogni parte è preceduta da un’ampia introduzione: essa illustra sapientemente l’ambiente socio-politico e l’atmosfera ecclesiale che fanno da sfondo alla maturazione umana e spirituale di Olivelli, come anche la sua tensione ideale e il suo percorso umano e cristiano. Il diligente apparato critico delle note introduce il lettore nella conoscenza delle persone, degli avvenimenti di riferimento delle lettere, svelando gli ideali, i progetti e gli impulsi più profondi che hanno orientato le scelte e gli atteggiamenti di Olivelli, sempre caratterizzati dalla totale offerta di sé. Così si è condotti a capire e a ricostruire da una prospettiva ineguagliabile, cioè il pensiero di Teresio manifestato dalle sue stesse parole, il suo rapporto con l’Azione Cattolica e la Fuci, il suo singolare approccio al fascismo e alla resistenza, la sua peculiare esperienza della guerra, come pure la stagione tragica, e al tempo stesso spiritualmente feconda, della prigionia e della persecuzione.
Gli scritti del Beato Teresio, raccolti in questo coinvolgente volume, ci aiutano a riconoscere e a contemplare con gioia le “grandi cose” che l’Onnipotente opera in quanti a Lui si affidano. Tale sguardo contemplativo non è fine a se stesso, ma ha in sé la forza di suscitare il desiderio dell’imitazione. Il giovane Olivelli mediante le sue parole cariche di fede, di speranza e di carità sostiene i credenti in questo cammino di sequela e di imitazione; egli si fa amico e compagno di ogni persona di buona volontà, impegnata a costruire un mondo di pace e di solidarietà.

di Emilio Pastormerlo

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE