Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Marcia contro l’antisemitismo in Francia

· A pochi giorni dall’uccisione di Mireille Knoll superstite della Shoah ·

Migliaia di persone hanno partecipato ieri pomeriggio alla marcia contro l’antisemitismo organizzata in memoria di Mireille Knoll, l’85enne ebrea, superstite della Shoah, uccisa venerdì scorso a Parigi in un omicidio a sfondo antisemita che ha suscitato un’ondata di shock. Il presidente Emmanuel Macron si era recato poco prima al cimitero di Bagneux, nella periferia della capitale, per partecipare al funerale.

La “marcia bianca” nelle vie di Parigi (Afp)

Superstite della Shoah, Knoll era riuscita a sottrarsi al rastrellamento del Vel d’Hiv a Parigi, nel 1942, la più grande retata di ebrei condotta durante la seconda guerra mondiale. «Assassinata perché ebrea», vittima dello stesso «barbaro oscurantismo» che ha colpito il colonnello Arnaud Beltrame, ucciso da un jihadista nel corso dell’attentato venerdì scorso a Trèbes, ha dichiarato Macron nel discorso solenne in memoria del gendarme agli Invalides.

In testa al corteo, organizzato dal Consiglio delle istituzioni ebraiche di Francia (Crif) numerosi ministri, tra i quali il titolare degli interni Gérard Collomb, e quello dell’istruzione Jean-Michel Blanquer, accanto al sindaco di Parigi Anne Hidalgo. La marcia, silenziosa e composta, è stata turbata dalle contestazioni dovute alla presenza del leader di estrema sinistra, Jean-Luc Mélenchon e di quello di estrema destra Marine Le Pen, che sono stati costretti ad abbandonare il corteo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE