Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Manuale di giustizia e pace

· L’esperienza ecumenica della Società biblica nelle Filippine ·

«La nostra azione quotidiana è rivolta a rendere la Bibbia accessibile, acquistabile a un prezzo veramente economico, comprensibile a tutti in una traduzione che vuole coinvolgere i cristiani delle differenti tradizioni presenti nelle Filippine»: con queste parole Nora Lucero, segretaria generale della Philippine Bible Society (Pbs), ha riassunto l’impegno ecumenico della propria organizzazione in una stagione particolarmente vivace, caratterizzata anche dalla preparazione per la visita apostolica che Papa Francesco compirà nel Paese asiatico nel gennaio del prossimo anno.

Con questa azione la Pbs vuole riaffermare la propria profonda fedeltà alla missione, così come è stato fin dalla sua fondazione, nel 1899, quando un gruppo di missionari protestanti iniziarono a tradurre la Bibbia. Con la celebrazione del Vaticano ii la traduzione in lingua corrente è diventata uno strumento privilegiato sia nella scoperta del rilievo della dimensione ecumenica della fede cristiana sia nell’opera di evangelizzazione tesa a rendere la società filippina sempre più guidata da valori biblici.

Proprio grazie a tale collaborazione ecumenica, la Bibbia è stata tradotta nelle otto principali lingue delle Filippine: tagalog, cebuano, ilokano, bikol, pampango, hiligaynon, pangasinan e samarenyo, che sono parlate da oltre il 90 per cento della popolazione. Ogni anni vengono stampate quasi due milioni di copie della Bibbia. A partire dagli anni Ottanta del secolo scorso la collaborazione ecumenica ha prodotto la Bible Reading Guide per aiutare la comprensione del testo biblico a ogni livello e il ripensamento del Board of Trustees della Pbs, che è composto da cinque rappresentanti della Chiesa cattolica, da altrettanti del Consiglio filippino delle Chiese evangeliche, così come del Consiglio nazionale delle Chiese nelle Filippine e da tre delle cosiddette “Chiese indipendenti”.

di Riccardo Burigana

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE