Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mancano fondi per le crisi alimentari

· Il Pam costretto a ridurre gli interventi ·

Il Programma alimentare mondiale (Pam) delle Nazioni, che già ha ridotto drasticamente i suoi interventi negli ultimi mesi a causa dei mancati finanziamenti, prevede un’analoga situazione nel 2014 e stima a un miliardo di dollari le sue necessità non coperte. 

Lo ha detto oggi la responsabile dell’agenzia dell’Onu, Ertharin Cousin, impegnata nella tappa australiana di una sua missione nei Paesi donatori. Secondo quanto dichiarato da Cousin, c’è tra l’altro la prospettiva di non poter dare risposte all’emergenza in Siria, dove il Pam deve sopportare un costo di quaranta milioni di dollari a settimana per l’assistenza alimentare a oltre quattro milioni di persone. Tra l’altro, Cousin ha confermato il protrarsi dei combattimenti e l’impossibilità di aprire corridoi umanitari impediscono al Pam e alle altre agenzie dell’Onu di raggiungere centinaia di migliaia di persone bloccate dagli scontri tra i belligeranti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE