Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mamme rohingya in fuga dalla persecuzione

Uccisioni di massa, stupri di gruppo, villaggi bruciati: da questo scappano tante donne rohingya. Raggiungere i campi rifugiati in Bangladesh è l’unica strada possibile per lasciarsi alle spalle la pulizia etnica, e un vero e proprio genocidio, che perseguita questo popolo. Il Myanmar sta cercando di espellere» tutti i rohingya, membri della minoranza islamica. L’ha denunciato in questi giorni la relatrice per i diritti umani Onu nell’ex Birmania Yanghee Lee.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE