Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Malaysia e Indonesia pronte
ad accogliere i migranti

· ​Spiragli d’intesa per risolvere l’emergenza nel mar delle Andamane ·

Spiragli di soluzione sul caso dei migranti asiatici. Malaysia e Indonesia si sono offerte di ospitare temporaneamente le migliaia di migranti rohingya e bengalesi da settimane alla deriva nel mare delle Andamane. 

Profughi rohingya (Ap)

L’annuncio costituisce una potenziale soluzione per almeno cercare di tamponare l’emergenza umanitaria nel sud-est asiatico, anche se migliaia di migranti ancora in mare potrebbero non fare in tempo a essere salvati. In un comunicato congiunto, dopo colloqui a Kuala Lumpur, i due Governi si sono «accordati per offrire rifugio temporaneo, a patto che il processo di rimpatrio e di trasferimento venga completato in un anno dalla comunità internazionale». L’appello ad aiuti stranieri, e non solo alla solidarietà regionale, è stato rimarcato dal ministro degli Esteri malese, Anifah Aman. «È un problema mondiale» ha detto, specificando che l’accordo riguarda solo l’ondata di migranti — l’Onu ne stima almeno quattromila — tuttora nel mar delle Andamane, spesso abbandonati dagli scafisti e senza provviste. Negli ultimi anni, la Malaysia aveva già accolto oltre 45.000 migranti rohingya in fuga dal Myanmar.

L’annuncio è arrivato dopo le tragiche notizie che parlavano di violenze tra i migranti rohingya e bengalesi stremati dalla fame.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE