Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Mai più
guerre e odio

· Appello dalla Polonia dei leader religiosi di Israele ·

«Facciamo appello a tutti i responsabili del mondo affinché nei propri Paesi e attraverso l’Onu si adoperino con incessante determinazione contro l’antisemitismo e l’odio verso gli altri che di nuovo fanno soffrire le società moderne»: è quanto hanno scritto in una dichiarazione i capi di tutte le comunità religiose ufficialmente riconosciute in Israele, a conclusione della visita in Polonia per commemorare l’olocausto.

La delegazione composta da ebrei, musulmani, cristiani, drusi e rappresentanti di altre comunità religiose, visitando il museo del lager nazista di Auschwitz ha concluso il suo viaggio di quattro giorni (dal 30 ottobre al 2 novembre) a Varsavia e Cracovia, promosso dai vescovi polacchi e dalle autorità israeliane. «La visita — ha affermato Anna Azari, ambasciatore di Israele in Polonia — rappresenta un appello affinché la religione non sia usata come pretesto per violenza e terrore, come succede in Israele».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE