Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

A Magbane
è suonata la campanella

· Una nuova scuola costruita dall’associazione Solidarietà in buone mani ·

L’Associazione Solidarietà in buone mani è una onlus guidata da don Giuliano Faralli, parroco diocesano di Montecchio Vesponi a Castiglion Fiorentino in provincia di Arezzo, molto attiva nel campo della solidarietà internazionale. Di fatto l’Associazione attraverso eventi di beneficenza distribuisce i proventi raccolti in Africa e in America latina con l’aiuto delle diocesi locali e il sostegno dei missionari. La Sierra Leone, in particolare, è uno dei paesi destinatari di questa beneficenza che cerca di rispondere agli enormi problemi dell’emergenza sanitaria, della mancanza di acqua, di cibo, di istituti di formazione per garantire ai giovani una speranza per un futuro migliore. Solidarietà in buone mani, dopo essersi occupata delle esigenze più urgenti della popolazione, come l’invio di aiuti per pagare le cure negli ospedali e la realizzazione di pozzi d’acqua, ha scelto di costruire edifici scolastici e centri sportivi per il benessere psicofisico dei giovani. Qualche settimana fa è suonata la prima campanella nella scuola del villaggio di Magbana, costruita anche grazie all’aiuto del regista toscano Leonardo Pieraccioni che in passato aveva già contribuito alla realizzazione di un grande complesso scolastico a Kondembaya, seguito dal centro sportivo nello stesso villaggio e che sostiene da anni le iniziative dell’Associazione.

Quanto alla realtà di Magbana il vescovo, monsignor Paganelli, ha recentemente scritto a don Giuliano Faralli con la gioia propria della soddisfazione per la fine dei lavori della scuola in tempo per l’inizio dell’anno scolastico 2019–2020.

di Maria Teresa Simeoni

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE