Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Via maestra
della vita cristiana

· ​Alla Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti ·

«La liturgia non è “il campo del fai-da-te”, ma l’epifania della comunione ecclesiale». Lo ha ricordato Papa Francesco ai partecipanti alla plenaria della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti durante l’udienza svoltasi giovedì mattina, 14 febbraio, in un’auletta dell’Aula Paolo VI.

Nel suo discorso il Pontefice ha insistito soprattutto sulla «sfida della formazione», ricordando che «la liturgia è vita che forma, non idea da apprendere». È bene perciò «non andare a finire in sterili polarizzazioni ideologiche» o rischiare «di ripiegarsi in un passato che non è più o di fuggire in un futuro presunto tale».

Il punto di partenza è invece «riconoscere la realtà della sacra liturgia, tesoro vivente che non può essere ridotto a gusti, ricette e correnti, ma va accolto con docilità e promosso con amore, in quanto nutrimento insostituibile per la crescita organica del popolo di Dio».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE