Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Maduro invita Santos al dialogo

· ​Sempre tesa la situazione al confine tra Colombia e Venezuela ·

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha invitato ieri l’omologo colombiano, Juan Manuel Santos, ad avviare un dialogo — «faccia a faccia», ha dichiarato — per porre fine attraverso il negoziato alla grave crisi al confine tra i due Paesi sudamericani. 

La marcia nella città colombiana di Cúcuta per protestare contro la chiusura del confine  decisa dal Governo di Caracas (Afp)

 «Chiedo a Santos — ha detto Maduro da Caracas — di non avere paura del dialogo, l’unico modo per trovare una soluzione a questi gravi problemi».

Nei giorni scorsi, il presidente del Venezuela ha deciso di chiudere la frontiera con la Colombia per fronteggiare il contrabbando, il narcotraffico e le bande paramilitari che imperversano nella zona. Bogotá ha invece denunciato l’allontanamento forzato di oltre 1100 colombiani dal Venezuela, evocando la possibilità di ricorrere alla Corte penale internazionale dell’Aja per «crimini contro l’umanità». Gli allontanamenti dei colombiani, ha evidenziato Bogotá, sarebbero, infatti, stati portati a termine con brutalità e accompagnati dalla distruzione delle loro abitazioni. Ieri, centinaia di persone hanno partecipato a Cúcuta e a Villa del Rosario, città colombiane alla frontiera, a una marcia per la dignità dei colombiani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE