Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Macron e Merkel a Berlino
per rilanciare il progetto europeo

C’è grande attesa per l’incontro, oggi a Berlino, tra il presidente francese, Emmanuel Macron, e il cancelliere tedesco, Angela Merkel. Molti giornali definiscono l’incontro una tappa intermedia nel lancio di quella riforma del progetto europeo che sta tanto a cuore ai due leader.

Macron e Merkel stanno preparando un’agenda di riforme condivisa da presentare al prossimo vertice del Consiglio Ue a fine giugno. «La Germania darà un proprio contributo autonomo, e troveremo entro giugno una soluzione comune con la Francia» ha detto Merkel. I temi in gioco sono noti: la difesa comune, un maggiore controllo delle frontiere esterne dell’Unione, misure comuni per il contrasto al terrorismo, maggiori risorse e maggiore autonomia per Frontex ed Europol. Ma non solo: in ballo ci sono anche nodi ben più complessi, come i rapporti con gli Stati Uniti del presidente Donald Trump, la guerra commerciale, le tensioni con la Russia e il conflitto siriano. «Dobbiamo edificare una nuova sovranità europea» ha spiegato Macron.

Va detto, tuttavia, che tanto Macron quanto Merkel devono affrontare una situazione interna, rispettivamente in Francia e in Germania, piuttosto complessa. Da una parte, il cancelliere deve fare i conti con una grande coalizione che, così com’è uscita dalle ultime lunghe trattative, non appare più unita come un tempo. Il ruolo e il peso del suo partito, i cristianodemocratici (Cdu-Csu), si sono notevolmente ridotti, con la cessione di ministeri chiave ai socialdemocratici, sempre più critici. Dall’altra, Macron deve affrontare un ampio fronte di oppositori: le ultime settimane sono state segnate da scioperi in diversi settori, dai trasporti all’istruzione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE