Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Macabra scoperta
a Sirte

· Rinvenuti 75 cadaveri ·

Soccorritori libici nella regione di Sirte

Scoperta a ovest della città di Sirte, storico bastione del sedicente stato islamico (Is) in Libia conquistato dalle forze governative alla fine del 2016, una fossa comune con circa 75 corpi. L’annuncio è stato dato ieri dal consiglio comunale della città. Qualche giorno fa un abitante «ci ha informati che c’era una fossa comune nel distretto di Dhahra, a pochi chilometri da Sirte», ha detto all’agenzia France presse Mohamad al-Amial, portavoce del consiglio comunale della città. «Le forze di sicurezza si sono recate sul posto, in un'azienda agricola dove hanno scoperto 75 cadaveri in decomposizione. I corpi sono stati riesumati in presenza del procuratore e della forza di sicurezza incaricata di proteggere Sirte», ha poi precisato. Una «fonte militare» di Sirte citata dal sito Libya’s Observer ha sostenuto che i corpi potrebbero essere di terroristi dell’Is che controllarono la città sull’omonimo golfo dal giugno 2015 al dicembre 2016. I terroristi furono scacciati dalle forze del governo di accordo nazionale di Fayez Al Sarraj dopo otto mesi di combattimenti.

Cresce intanto l’inquietudine in Italia dopo che due pescherecci della marineria di Mazara del Vallo sono stati sequestrati nella tarda serata di martedì da motovedette libiche. Intanto, a livello internazionale, continuano i preparativi per la Conferenza sulla Libia che si terrà a Palermo il 12 e 13 novembre, alla quale potrebbe anche partecipare il presidente statunitense Donald Trump. Cresce intanto l’inquietudine in Italia dopo che due pescherecci della marineria di Mazara del Vallo sono stati sequestrati nella tarda serata di martedì da motovedette libiche.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE