Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’uomo prima del denaro

· Considerazioni etiche sull’attuale sistema economico-finanziario ·

Giovanni Lanfranco, «Vocazione di Matteo»

«Davanti all’imponenza e pervasività degli odierni sistemi economico-finanziari», non bisogna «rassegnarci al cinismo. In realtà, ciascuno di noi può fare molto, specialmente se non rimane solo»: è la principale conclusione cui giunge il documento della Congregazione per la dottrina della fede e del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale Oeconomicae et pecuniariae quaestiones, contenente «considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario». Approvato da Papa Francesco, che ne ha ordinato la pubblicazione, il documento è disponibile da giovedì 17 maggio sul sito internet della Santa Sede e nello stesso giorno è stato presentato in Sala stampa dall’arcivescovo Luis Francisco Ladaria Ferrer, e dal cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetti rispettivamente della Congregazione e del Dicastero. «È incredibile anche solo il pensare — ha fatto notare il presule — che dieci persone possano detenere quasi la metà della ricchezza mondiale». Mentre da parte sua il porporato ha auspicato «un sistema economico dal quale poter rispondere al grido attuale dei poveri e della terra».

Il documento 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2018

NOTIZIE CORRELATE