Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’uomo e lo spazio

· In mostra al Macro di Roma «Giuseppe Ducrot scultore» ·

È stata prorogata fino al 17 maggio, al Macro di Roma, la mostra «Giuseppe Ducrot scultore». Pubblichiamo uno stralcio dall’intervento del curatore presente nel catalogo (Macerata, Quodlibet, 2015, pagine 144, euro 32).

Giuseppe Ducrot, «Veronica» (2012)

La storia della scultura occidentale, scrive Achille Bonito Oliva, racconta il rapporto dell’uomo con lo spazio, presentato con un linguaggio ormai consapevole di fondare la figura; lo scultore è artefice di una costruzione plastica realizzata con il procedimento del recinto, delimita una porzione di spazio, mondo, con l’evidenza dei materiali stessi che lo occupano concretamente e offrono la pelle allo sguardo.

Certamente quello che conta è la presenza rappresentata e non necessariamente quel brano spaziale che occupa, il pieno plasticamente organizzato nella forma scultorea.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE