Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Ue in prima fila nella mediazione in Venezuela

· ​Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo atteso a Bruxelles per un incontro con l’Alto rappresentante Federica Mogherini ·

«Un approccio internazionale comune per sostenere una risoluzione pacifica e democratica» della crisi in Venezuela. Questo l’obiettivo del Gruppo internazionale di contatto (Gic) promosso dall’Unione europea che si è riunito ieri a Montevideo. «Sebbene si presuma che ci siano posizioni politiche diverse, tutti i paesi del Gic condividono lo stesso scopo», è scritto nella dichiarazione finale, dove si ribadisce anche l’impegno per «mobilitare maggiore assistenza» e «alleviare la situazione umanitaria» nel paese. Il Gic invierà una missione a Caracas per prendere «i contatti necessari con i rilevanti attori venezuelani» allo scopo di «stabilire le garanzie per un processo elettorale credibile nel tempo più breve possibile» e permettere «la consegna urgente» di aiuti umanitari. Il Gruppo intende lavorare affinché si «ristabilisca la democrazia in tutte le sue dimensioni, includendo lo stato di diritto, la separazione dei poteri» e il riconoscimento delle facoltà delle diverse istituzioni, «in particolare dell’Assemblea nazionale, eletta democraticamente».

Il Gic ricorda inoltre che «i diritti umani e le libertà fondamentali dei venezuelani devono essere rispettati» e «deplora i morti e feriti causati dall’uso eccessivo della forza», sottolineando che «la violenza non è mai una soluzione. La crisi umanitaria si sta aggravando ogni giorno, e colpisce milioni di venezuelani», prosegue il documento, e per questo il Gruppo «si impegna alla mobilitazione per fornire una assistenza ulteriore» in coordinamento con il rappresentante speciale dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e con l’Organizzazione mondiale per i migranti (Oim). Una nuova riunione a livello ministeriale del Gruppo di contatto è prevista per i primi giorni di marzo.

La crisi in Venezuela sarà inoltre al centro giovedì prossimo di un incontro a Bruxelles tra il capo della diplomazia statunitense, Mike Pompeo, e l’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza comune, Federica Mogherini.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE