Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In soccorso delle vittime della tratta

· Parte da Londra la Clewer Initiative ·

Londra, 19. Il suo nome è Clewer Initiative, in omaggio a uno storico ordine femminile anglicano, le Clewer sisters, sorto a metà dell’Ottocento per aiutare le donne emarginate e sfruttate. Si tratta di un programma triennale rivolto alle 42 diocesi della Chiesa d’Inghilterra che riceveranno gli strumenti necessari per sostenere le vittime della tratta e per riconoscere i segni dello sfruttamento di quella che viene ormai comunemente definita come una “moderna schiavitù”.

Il lancio ufficiale di Clewer Initiative è avvenuto a Lambeth Palace, la residenza londinese dell’arcivescovo di Canterbury e primate della Comunione anglicana, proprio a sottolineare la fattiva mobilitazione delle dodicimila parrocchie della Chiesa d’Inghilterra nella battaglia per sradicare la schiavitù moderna dalla società. Del resto la Chiesa d’Inghilterra, insieme alla più ampia Anglican Alliance — ricorda un comunicato della Church of England — è pienamente impegnata nel Santa Marta Group, l’organizzazione internazionale che, con l’incoraggiamento di Papa Francesco, riunisce autorità ecclesiastiche e della società civile nel contrastare la piaga della tratta delle persone. Un fenomeno criminale, quest’ultimo, che nella sola Europa, si calcola, frutta ai trafficanti 6 miliardi di euro l’anno, con circa 20 milioni di persone indirizzate soprattutto al lavoro nero e alla prostituzione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

10 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE