Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Brasile e la lotta alla fame

· Importanti successi, ma carenza di cibo ancora per sette milioni di persone ·

Famiglie povere in una baraccopoli brasiliana

La lotta alla fame in Brasile ha fatto registrare importanti successi, ma oltre sette milioni di persone non sono ancora uscite dalla condizione di estrema povertà e hanno carenza di cibo. Lo rivela una ricerca sulla sicurezza alimentare condotta dall’Istituto nazionale di geografia e statistica (Ibge) in 65,3 milioni di domicili del Paese. I dati mostrano che il numero di persone denutrite nel 2013 è risultato diminuito del 35,7 per cento rispetto al 2009, quando era stato realizzato l’ultimo studio di questo tipo. Ma si tratta comunque di sette milioni e duecentomila persone, in gran parte abitanti delle zone più povere del Paese. Dalla ricerca dell’Ibge, emerge infatti la regione con il maggior tasso di insicurezza alimentare è risultata ancora una volta il nord-est.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE