Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nuovo clima tra i cristiani

· Martin Junge sui passi avanti del dialogo ·

 «Oggi raccogliamo i frutti del dialogo teologico degli ultimi decenni», nei quali sono stati compiuti più passi in avanti che in tutti i secoli passati: intervistato da «Alfa y Omega», settimanale cattolico spagnolo, durante la sua partecipazione al congresso di teologia ecumenica svoltosi nei giorni scorsi alla Pontificia università di Salamanca, il segretario generale della Federazione luterana mondiale, reverendo Martin Junge, ha confermato il «nuovo clima» tra le Chiese cristiane che si manifesta soprattutto nello sforzo di «rileggere la storia in un altro modo». 

Pur consapevoli della persistenza di grandi differenze di opinione — sulla successione apostolica, sul concetto dei sacramenti (in particolare dell’eucaristia) e su questioni più recenti quali l’ordinazione delle donne — la volontà espressa dalla Commissione luterana-cattolica romana sull’unità attraverso il documento Dal conflitto alla comunione esorta a non abbattersi di fronte agli ostacoli e a proseguire il cammino intrapreso. La ricerca dell’unità si va interiorizzando «nel quotidiano delle nostre Chiese, cosa che osservo con molta gioia», assicura Junge. «Sappiamo che il nostro passato ha pagine molto dolorose, ma oggi possiamo interpretarle in maniera diversa», aggiunge, riconoscendo il ruolo di «leadership ecumenica» di Papa Francesco, esercitato «in continuità con i suoi predecessori». Ecco allora che la celebrazione comune del cinquecentesimo anniversario dell’inizio della Riforma protestante «lancia un segnale forte che è il momento di lasciarsi dietro il conflitto e aprirsi alla comunione che Dio ci promette».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE