Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Onu sollecita l’Ue all’impegno per profughi e migranti

· Parziale allentamento della tensione al confine macedone con la Grecia ·

La nuova esplosione di violenze legate alle risposte di diversi Governi europei al flusso di profughi e migranti — quella registrata nelle ultime ore al confine tra Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e Grecia, dove peraltro la tensione sembra essersi in parte già allentata — ha spinto l’alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr) a sollecitare di nuovo dall’Unione europea interventi più incisivi nel segno della tutela dei diritti, dell’umanità e della solidarietà.

Tenda di migranti al confine tra Grecia ed Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (Reuters)

«L’Europa agisca insieme all’Unhcr per rispondere alla crisi crescente e aiuti i Paesi maggiormente interessati», si legge in una nota dell’agenzia dell’Onu che fa esplicito riferimento a Grecia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedona e Serbia. La nota esprime «preoccupazione per la situazione sempre più precaria» al confine macedone «dove è stata usata la forza per impedire alle persone di attraversare la frontiera». L’alto commissario António Guterres, ha discusso la situazione con il ministro degli Esteri macedone, Nikola Poposki, «ricevendo assicurazione che in futuro i confini non verranno chiusi», si legge ancora nel comunicato. L’Unhcr «sta anche facendo appello alle autorità greche per rafforzare le modalità di registrazione e di accoglienza per le persone bisognose di protezione internazionale, per fornire assistenza urgente alle persone bloccate nella parte greca e per aiutarle a trasferirsi verso strutture di accoglienza lontane dal confine».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE