Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Onu invita a non isolare
i Paesi colpiti dall’ebola

· Bozza di risoluzione del Consiglio di sicurezza ·

I membri del Consiglio di sicurezza dell’Onu hanno preparato una bozza di risoluzione con la quale chiedono di non isolare i Paesi colpiti dalla diffusione del virus ebola.

Nel testo, ottenuto dall’agenzia di stampa italiana Ansa e che secondo fonti del Palazzo di vetro potrebbe essere adottato domani, il Consiglio invita gli Stati membri «ad abolire le restrizioni sui viaggi e alle frontiere imposte a causa di ebola, che contribuiscono a un ulteriore isolamento dei Paesi colpiti». Inoltre, «si invitano le compagnie aeree e navali a mantenere i collegamenti con gli stessi Paesi». In merito, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha ricordato di nuovo ieri che l’ebola non è solo una crisi sanitaria, ma ha gravi conseguenze umanitarie, economiche e sociali, che possono diffondersi ben oltre i Paesi colpiti.

Nella bozza è ribadita anche la richiesta di facilitare l’assistenza, compreso l’invio di personale e aiuti, nelle Nazioni affette dal virus. Il Consiglio incoraggia poi i Governi di Liberia, Sierra Leone e Guinea, cioè i Paesi in cui l’epidemia è più virulenta, ad accelerare la creazione di meccanismi nazionali per la rapida diagnosi e l’isolamento dei casi sospetti di contagio; a una campagna di educazione pubblica credibile e trasparente; a coordinare rapidamente l’assistenza internazionale. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE