Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Onu chiede protezione per i civili

· Alla tragedia della guerra minaccia di aggiungersi quella della carestia ·

Un nuovo intervento a salvaguardia dei civili in Siria è stato fatto ieri dal segretario generale dell’Onu. All’indomani dell’omicidio a Homs del gesuita olandese Frans van der Lugt e di fronte alle continue notizie di atrocità compiute nel territorio siriano Ban Ki-moon ha chiesto alle parti coinvolte nel conflitto di assicurare la protezione degli abitanti a prescindere dalla loro religione, comunità di appartenza o etnia. Accanto alla tragedia della guerra, intanto, si profila in Siria il pericolo della carestia. La portavoce del Programma alimentare mondiale (Pam) dell’Onu ha sostenuto ieri che in assenza di precipitazioni piovose nel prossimo mese milioni di persone potrebbero essere colpite da un’aggravata insicurezza alimentare, in particolare nel nord-ovest del Paese, e avere bisogno di maggiore assistenza alimentare per sopravvivere.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE