Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Lo Studium delle cause dei santi

Con la prolusione del cardinale Angelo Becciu inizia lunedì 7 gennaio, alla Pontificia università Urbaniana, il trentacinquesimo corso dello Studium della Congregazione delle cause dei santi. Come consuetudine, il programma prevede una parte teologica, che va dal 7 al 23 gennaio, e una parte storico-agiografica, dal 25 gennaio al 18 febbraio. Inoltre, dal 20 febbraio al 15 maggio si terrà la parte giuridica, divisa in inchiesta diocesana e fase romana.

L’intento è quello di presentare scientificamente la teologia, la storia e il diritto delle cause dei santi, per formare esperti in materia. Lo Studium, di cui è patrono il prefetto del dicastero, è diretto dal segretario e dal sottosegretario, che ne sono rispettivamente preside e vice-preside, con la collaborazione della segreteria. Possono iscriversi in qualità di studenti ordinari quanti hanno conseguito un titolo accademico di baccalaureato, licenza e dottorato in discipline ecclesiastiche. A discrezione della presidenza possono essere ammessi anche come studenti straordinari quanti sono in possesso di un titolo accademico non ecclesiastico, ma abbiano una formazione anche teologica, certificata da un titolo di studio equipollente al baccalaureato. Vi è poi la categoria degli studenti uditori, cioè di quanti non intendono sostenere l’esame e fare l’esercitazione scritta su una positio. Al termine del corso, che si svolge in lingua italiana, è prevista la prova d’esame per gli studenti che abbiano frequentato almeno due terzi delle lezioni. Gli studenti ordinari in regola con la frequenza potranno conseguire il diploma dopo aver sostenuto con esito favorevole gli esami. Le lezioni si tengono lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 16 alle 18. Il libro di testo è Le Cause dei Santi, a cura di Vincenzo Criscuolo, Carmelo Pellegrino e Robert Sarno, con prefazione del cardinale Angelo Amato, ed è edito dalla Libreria editrice vaticana.

Quest’anno al corso — come spiega il segretario monsignor Antonio Manuel Saldanha e Albuquerque — si sono iscritti studenti di molti paesi del mondo, in maggior parte dall’Europa. Lo Studium è stato istituito il 2 giugno 1984 con lo scopo di formare quanti intendono occuparsi delle cause sia nella fase diocesana, sia nella fase romana.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE