Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Libia soluzione rinviata

· ​La Lega araba non trova un’intesa per fermare l’Is ·

Lega araba divisa sulla Libia, dove l’orrore jihadista sembra non conoscere tregua. Mentre a Sirte gli uomini del cosiddetto Stato islamico (Is) hanno lanciato ieri una serie di violenti attacchi, colpendo perfino il palazzo di giustizia e costringendo almeno duemila famiglie alla fuga, si è concluso con un nulla di fatto il vertice straordinario della Lega araba riunita al Cairo per decidere una strategia comune contro l’avanzata terroristica in territorio libico a quattro anni dalla fine del regime di Gheddafi. 

Il vertice era stato convocato in seguito alla richiesta del Governo di Tobruk, internazionalmente riconosciuto, di costituire una forza militare araba unica per combattere le milizie del sedicente califfato in Libia e nel resto del Vicino oriente. Ma alla fine sono tornate a prevalere le divergenze e i temporeggiamenti. «C’è urgente bisogno di una strategia araba contro il terrorismo e la sua diffusione sul territorio» si legge nel comunicato conclusivo del summit, nel quale tuttavia non si definisce nessuna azione concreta, limitandosi a convocare una nuova riunione il prossimo 27 agosto.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE