Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Humanae vitae a Pavia

All’attualità dell’Humanae vitae, fra modernità e tradizione, nel cinquantesimo anniversario della pubblicazione, è dedicato il convegno in programma sabato 27 al Collegio universitario “Girolamo Cardano” di Pavia, che intende al contempo richiamare il valore legato alla canonizzazione di Paolo VI, avvenuta lo scorso 14 ottobre. Introdotto dal saluto del vescovo di Pavia Corrado Sanguineti, l’incontro prevede gli interventi di tre relatori focalizzati sugli aspetti fondamentali dell’enciclica e sulla ricezione, talora difficile e complessa, da parte dei mezzi di comunicazione e degli stessi fedeli. «Profezia e attualità dell’Humanae vitae» è il tema della relazione di monsignor Livio Melina, docente all’Istituto San Giovanni Paolo II. Toccherà poi a don Silvio Longobardi, fondatore della Fraternità di Emmaus e di Progetto Famiglia, analizzare le implicazioni pastorali del documento, dettando alcuni “Appunti per una morale praticabile”. L’intervento della storica Lucetta Scaraffia, fondatrice dell’inserto “donne chiesa mondo” dell’Osservatore Romano, sarà dedicato alla «bufera intorno all’Humanae vitae». I lavori saranno coordinati da Maria Pia Sacchi, del Centro pavese di accoglienza alla vita; da Mariagiovanna Lenti, del consultorio familiare onlus di Pavia, e da Giovanni Giacchetta, della Fuci di Pavia.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE