Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Europa della flessibilità

· Accordo dei leader dell’Unione per il rilancio dell’economia ·

Il cancelliere tedesco Angela Merkel (Afp)

Più flessibilità per chi fa le riforme, nuovi strumenti finanziari per gli investimenti, misure per proteggere i cittadini e una migliore gestione dell’immigrazione: i leader dell’Unione europea ieri, nel vertice del Consiglio a Ypres, in Belgio, hanno adottato l’agenda strategica per i prossimi cinque anni. Un passo importante, che ha visto anche la designazione di Jean-Claude Juncker, ex premier lussemburghese ed ex presidente dell’Ecofin, alla presidenza della Commissione. Ed è proprio sulla candidatura di Juncker che sono emersi i maggiori attriti tra i leader continentali. Basti pensare che per la prima volta nella storia dell’Unione i capi di Stato e di Governo sono stati costretti a ricorrere a un voto per formalizzare la designazione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE