Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Europa cerca regole di solidarietà

· La commissione di Bruxelles presenterà il 9 settembre le nuove proposte per profughi e migranti ·

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, presenterà il 9 settembre, nell’ambito del suo discorso al Parlamento di Strasburgo sullo stato dell’Unione europea, i dettagli delle nuove proposte per una risposta comunitaria all’accentuazione degli arrivi di profughi e migranti.

Punto cruciale del progetto proposto dalla Commissione, oltre a un piano per facilitare l’immigrazione legale, è un meccanismo permanente di redistribuzione dei richiedenti asilo tra i Paesi membri, secondo quanto comunicato oggi da Miguel Arias Cañete, commissario europeo per l’Energia e le questioni climatiche, che ha incontrato la stampa per conto dell’intero Esecutivo di Bruxelles. Arias Cañete, insistendo sul punto della ridistribuzione, ha detto che la Commissione si sente «incoraggiata» da recenti aperture da parte degli Stati membri sul superamento delle regole fissate dagli attuali trattati. Come noto, al momento la gestione dei richiedenti asilo ricade esclusivamente sui singoli Paesi di arrivo.

L’attuale situazione nel Mediterraneo, con un netto aumento degli arrivi rispetto allo scorso anno e ai precedenti, rende sempre più difficili gestirli ai Paesi dove sbarcano queste persone in fuga da guerra, persecuzioni e fame, la Grecia in primo luogo, ma anche l’Italia e, in misura molto minore, la Spagna e Malta.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE