Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’Europa accelera
sul dossier immigrazione

· In Lussemburgo riunione dei ministri dell’Interno ·

Si riunisce oggi a Lussemburgo il consiglio dei ministri degli Interni dell’Unione europea: il principale dossier sul tavolo dei ministri è quello dell’immigrazione, e in particolare quello delle quote di ridistribuzione dei migranti. 

Migranti al confine tra Serbia e Ungheria (Afp)

Fonti Ue invitano a non farsi illusioni: dalla riunione «non ci si attende un accordo sulle cifre», ma di sicuro sarà il luogo dove fare «nuova strada» verso il traguardo. La distanza, secondo altre fonti vicine al dossier, è di 10.000 profughi. Sulla base delle offerte arrivate dalle cancellerie delle capitali europee tanti ne resterebbero ancora per raggiungere i 60.000 richiedenti asilo (20.000 dai campi profughi e 40.000 da Italia e Grecia) da ripartire su scala europea, così come previsto dalle conclusioni del vertice del Consiglio di fine giugno. Il Lussemburgo, ora alla presidenza di turno del Consiglio Ue, ce la sta mettendo tutta per mandare avanti il dossier: un gruppo di lavoro sull’asilo che si è già riunito varie volte, e due riunioni degli ambasciatori avrebbero già ottenuto impegni per diverse migliaia di reinsediamenti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE