Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Lettere dal direttore

Non mi ha sorpreso ascoltare dalla voce del Santo Padre per ben due volte sabato scorso nel suo discorso ai professori di storia della Chiesa, un saluto alla memoria del padre gesuita Giacomo Martina, scomparso nel febbraio del 2012, insigne maestro appunto nel campo della storiografia del cristianesimo. Il primo cenno è stato inoltre relativo a una battuta del compianto gesuita sul fatto che: «la storia è certamente maestra di vita, ma che ha anche ben pochi allievi!».

Non mi ha sorpreso per il semplice motivo che, tanti anni fa, anch’io sono stato allievo di padre Martina all’Università Gregoriana, forse uno dei suoi ultimi studenti, e posso confermare non solo la sua vasta e profonda competenza nella materia ma, soprattutto, quella presenza di spirito che lo contraddistingueva per un pungente senso dell’umorismo. Il che per un professore universitario è qualcosa di notevole, quanto prezioso.

A.M.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE