Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Letizia, prossimità, audacia

· Un lessico per i consacrati ·

Parole usurate e sbiadite che ritornano con una freschezza che desta prima sorpresa e poi dilagano come slogan. Così sta succedendo con il linguaggio di Papa Francesco. 

Termini come gioia, misericordia, tenerezza, prossimità, fraternità, periferie, sembravano destinati a usi sempre meno impegnativi in una società liquida, dove molto rotola senza meta. In una decina di mesi Papa Francesco non solo li ha rimessi in circolazione con frequenza, accompagnandoli con immagini inusuali nel vocabolario ecclesiale, ma ne ha fatto come un lessico tipico del suo parlare. Anzi, di più, li sta trasformando in tracce guida per nuovi percorsi di evangelizzazione e di testimonianza evangelica.

Per la vita consacrata non sono mancate le occasioni in questi mesi in cui Papa Francesco ha parlato in modo nuovo e diretto sulle sfide e la testimonianza della vita consacrata. Opportuna e felice quindi l’iniziativa della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica di cominciare, con la pubblicazione della lettera Rallegratevi, proprio da questa messe abbondante di esortazioni e suggerimenti, a tracciare alcune coordinate con le quali prepararsi all’anno della vita consacrata (2015). Una vera ricchezza che, seppur sparsa e anche dispersa, può essere ricomposta in un mosaico dal senso pieno e luminoso. E la scelta del fil rouge della gioia davvero è la chiave interpretativa più adeguata ed efficace, non solo per fedeltà al pensiero di Papa Francesco, ma anche in relazione realistica con la situazione della vita consacrata come si è venuta delineando nell’ultimo decennio.

Bruno Secondin

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE