Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’esperimento americano

· Convegno dell’Iccj a Philadelphia ·

Quali strade deve percorrere il dialogo tra ebrei, cristiani e musulmani? Questa è una delle domande alle quali si è cercato di dare risposta durante il convegno internazionale intitolato «The Dynamics of Religious Pluralism in a Changing World. The Philadelphia, United States, and International Contexts», svoltosi a Philadelphia, in Pennsylvania, dal 10 al 13 luglio.

L’incontro, promosso dall’International Council of Christians and Jews (Iccj) in collaborazione con il Council of Centers on Jewish-Christian Relations e con l’Institute for Jewish-Catholic Relations della Saint’s Joseph University, ha permesso una profonda riflessione sullo stato del dialogo ebraico-cristiano alla luce dei più recenti documenti, della storia religiosa degli Stati Uniti e del suo ruolo nell’ulteriore sviluppo di un dialogo tra ebrei, cristiani e musulmani. Si è discusso, per esempio, su come proporre nuove strade di dialogo tenendo presente le esperienze del passato, in particolare i buoni risultati mostrati dalle diverse religioni in grado di convivere nella società statunitense. Secondo Philip Cunningham, presidente dell’Iccj, l’«esperimento americano» può rappresentare un modello di come affrontare le sfide contemporanee del pluralismo religioso.

di Riccardo Burigana

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE