Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’esercito libico annuncia
un cessate il fuoco

· ​Per favorire i colloqui tra Tripoli e Tobruk ·

L’inviato dell’Onu in Libia Bernardino León (Ansa)

I colloqui tra le fazioni libiche procedono positivamente e proseguiranno anche oggi. Lo riferiscono media libici citando fonti ufficiali. Il primo giorno di dialogo svoltosi a Skhirat, vicino Rabat, è stato positivo e migliore del precedente, ha detto l’inviato speciale dell’Onu per la Libia, Bernardino León, precisando che i rappresentanti di Tripoli e Tobruk — pur presenti nello stesso centro congressi — si trovavano in sale diverse e hanno dialogato attraverso la delegazione delle Nazioni Unite. Le due fazioni libiche stanno trattando per la formazione di un Governo di unità nazionale che consenta di unire le forze nella lotta contro i jihadisti.In un gesto di sostegno allo sforzo negoziale condotto dall’Onu, l’esercito libico — quello che risponde all’Esecutivo del Parlamento eletto e riconosciuto dalla comunità internazionale costretto per motivi di sicurezza a riunirsi a Tobruk — ha annunciato un cessate il fuoco di tre giorni per «dare una chance al dialogo». E per il momento ha posto fine allo scambio di raid aerei ingaggiato con l’aviazione delle milizie islamiste al potere a Tripoli. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha intanto deciso ieri di prorogare la missione di supporto Unsmil in Libia. Con una risoluzione adottata all’unanimità, i Quindici hanno esteso il mandato di Unsmil, in scadenza il 13, fino al 31 marzo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE