Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un’unica crisi

· Dibattito sulla Laudato si’ ·

"C'è molto sulla crisi del presente nell'enciclica Laudato si' «sulla cura della casa comune», di Papa Francesco pubblicata il 18 giugno. 

Per Bergoglio "non ci servirà a nulla" descrivere tutti i sintomi del degrado ambientale - dal surriscaldamento del pianeta all'inquinamento e lo spreco delle acque, dalla riduzione delle biodiversità allo sfruttamento intensivo delle terre - "se non riconosciamo la radice umana della crisi ecologica"". Da questa premessa ha preso il via il forum di discussione culturale organizzato dal Fondo ambiente italiano (Fai) al quale hanno preso parte numerosi studiosi. Nel suo contributo la storica ed editorialista Lucetta Scaraffiasottolinea che non c’è dubbio: su molte questioni che riguardano la salvaguardia dell’ambiente e dell’opera degli esseri umani del passato le coincidenze sono molte, e molto significative. Senza dubbio, poi, il Fai è un esempio di quelle associazioni che nascono dal tessuto sociale con il compito di salvare l’ambiente (compreso il patrimonio storico e culturale) alle quali egli fa aperto riferimento. Nell’enciclica una novità essenziale è che il Papa affronta i problemi non uno per volta, proponendo per ciascuno una soluzione singola, ma vede in ogni problema il segno di un’unica crisi. E questa può essere risolta solo sul piano globale, modificando i modelli di sviluppo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE