Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Insieme per la pace

· Dichiarazione comune tra i leader ad Amman ·

Si è concluso con la sottoscrizione di una Dichiarazione comune l’incontro ad Amman tra il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e il Royal Institute for Interfaith Studies, savoltosi ieri, mercoledì 14 maggio nella capitale giordana sul tema “Affrontare le sfide attuali attraverso l’educazione”.

In una dichiarazione, siglata dal cardinale Jean Louis Tauran e dal principe reale El Hassan Bin Talal, .viene condannata “con forza ogni forma di violenza, nonché il recente rapimento delle studentesse nigeriane, chiedendo il loro immediato rilascio perché possano ritornare alle loro famiglie e alle loro scuole”. Ribadendo “che la causa dei conflitti non è la religione, ma piuttosto la disumanità e l’ignoranza”, i partecipanti all'incontro hanno sottolineato l'importanza di promuovere “un’educazione integrale”. E ai giovani, nelle cui mani è “il futuro dell'umanità”, hanno affidato dieci raccomandazioni: “Non rinunciate mai alla curiosità intellettuale; abbiate coraggio intellettuale piuttosto che viltà intellettuale; siate umili e non arroganti intellettualmente; praticate l’empatia intellettuale invece che la chiusura mentale; osservate l’integrità intellettuale; mantenete la vostra autonomia intellettuale; perseverate dinanzi alla superficialità circostante; fidatevi della ragione; siate imparziali e non intellettualmente ingiusti; considerate il pluralismo una ricchezza, non una minaccia”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE