Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Quell’ultima
parola dei martiri

· Primo anniversario del massacro in Libia di 21 copti da parte dell’Is ·

La diocesi copta ortodossa di Samalot si sta preparando a celebrare il primo anniversario del martirio dei ventuno copti trucidati in Libia dai jihadisti dello Stato islamico (Is). Le celebrazioni avranno il loro culmine nella solenne liturgia in programma martedì 16 febbraio. 

Wael Mories Davanchy (2015)

Nei giorni precedenti e in quelli seguenti vescovi e sacerdoti celebreranno messe e terranno incontri di preghiera e di riflessione nella diocesi egiziana alla quale apparteneva la maggior parte dei copti vittime dell'eccidio perpetrato in una località costiera libica, il cui video fu messo in rete sui siti jihadisti. I ventuno copti egiziani erano stati rapiti in Libia all'inizio di gennaio 2015 e subito dopo la loro morte il patriarca copto ortodosso, Tawadros II, aveva promesso alle famiglie delle vittime che la Chiesa copta li avrebbe ricordato come martiri.

In merito al video, il vescovo di Guizeh dei Copti, monsignor Antonios Aziz Mina, fece notare che fu «costruito come un’agghiacciante messinscena cinematografica, con l’intento di spargere terrore. Eppure, in quel prodotto diabolico della finzione e dell’orrore sanguinario — prosegue il vescovo — si vede che alcuni dei martiri, nel momento della loro barbara esecuzione, ripetono: “Signore Gesù Cristo”. Il nome di Gesù è stata l'ultima parola affiorata sulle loro labbra. Come nella passione dei primi martiri, si sono affidati a Colui che poco dopo li avrebbe accolti. E così hanno celebrato la loro vittoria, la vittoria che nessun carnefice potrà loro togliere».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE