Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Le fotografe della Grande guerra

Fotografie scattate da donne in prima linea durante la Grande guerra: è uno sguardo davvero nuovo sull’inutile strage quello offerto dalla mostra No Man’s Land, curata da Pippa Oldfield, in corso alla Impressions Gallery di Bradford. Le immagini, gran parte delle quali inedite, sono state scattate da donne molto diverse tra loro; da Olive Edis, la prima inglese ufficialmente fotografa di guerra, alle infermiere Mairi Chisholm e Florence Farmborough. La rassegna proposta è la dimostrazione di come, superando stereotipi e immaginari, vi sia un altro modo di denunciare la guerra. Cogliendo, da una prospettiva diversa, sguardi, pose e dolori di chi il conflitto lo subisce, cercando in qualche modo di sanarlo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2018

NOTIZIE CORRELATE