Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Le bambine e la sfida dell’istruzione primaria

Sono state trentuno milioni nel 2011 le bambine nel mondo che non hanno frequentato la scuola primaria. Nello stesso anno, sessantanove milioni di adolescenti in età da scuola secondaria inferiore sono rimasti a casa, di cui trentaquattro milioni ragazze. È questo il quadro fornito dall’Unicef in occasione della seconda giornata internazionale delle bambine. Secondo l’Unicef, un anno di scuola primaria in più aumenterebbe la futura retribuzione di una ragazza dal 10 al 20 per cento: un anno di scuola secondaria in più dal 5 al 25 per cento. E ieri colei che in questo momento rappresenta il simbolo della lotta per il diritto all’istruzione femminile, la giovane pakistana Malala, insignita del premio Sakharov, è stata ricevuta alla Casa Bianca dal presidente statunitense Barack Obama.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE