Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Lavoro per i rifugiati

· Piano di azione dell’Onu a vantaggio di chi arriva e chi accoglie ·

Migranti diretti in Europa di passaggio in Turchia, a Erzorum  (Epa)

Ampliare le opportunità di un’occupazione per i rifugiati: è l’obiettivo del «piano di azione innovativo» lanciato ieri dall’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Oecd). Si tratta dell’indicazione di un cammino da seguire per «assicurare che il potenziale economico dei rifugiati venga utilizzato al meglio, contribuendo alla loro inclusione sociale e offrendo una situazione vantaggiosa per tutti: per i rifugiati, per i datori di lavoro, e per le comunità ospitanti», ha affermato Volker Türk, dell’Alto commissariato Onu.

Oltre all’impegno per far coincidere competenze e bisogni dei datori di lavoro, si prevede formazione in tema di diritti lavorativi dei rifugiati e di certezze legali sulla durata del soggiorno dei lavoratori rifugiati; l’elaborazione di un modello di impiego sostenibile per i rifugiati stessi, che contempli l’opportunità di una preparazione nel luogo di lavoro per l’inclusione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE