Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L'attivista

Tess Asplund, 42 anni, è stata fotografata con il pugno alzato alla testa del corteo del Movimento di resistenza nordica (nrm). La donna subito dopo il gesto è stata sollevata di peso e fatta sgombrare dalla polizia, per far proseguire la marcia dei neonazisti. Ma le foto e il video sono state subito condivise velocemente da milioni di utenti in tutto il mondo. Asplund è afro-svedese, come si definisce lei stessa, e rappresenta la nuova Svezia multiculturale, contrastata dai membri del nrm: «Il razzismo è stato normalizzato in Svezia, è ok dire quella parola con la n» racconta al giornale inglese «The Guardian». Il momento è stato immortalato il 3 maggio 2016 dal fotografo David Lagerlöf. Il Movimento di Resistenza nordica è un partito di stampo nazionalsocialista nato in Svezia ma che comprende organizzazioni anche in Finlandia, Norvegia e Danimarca; si batte contro l’immigrazione e in alcuni testi del movimento viene esaltato Adolf Hitler.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE