Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Rispettare
il luogo di Dio

· Il monito del Pontefice all’Angelus domenicale ·

Vasiliy Myazin, «Gesù caccia i mercanti dal tempio» (particolare)

Contro il duplice rischio «di fare della casa di Dio» o addirittura della stessa anima umana «un luogo di mercato» ha messo in guardia il Papa all’Angelus di domenica 4 marzo. Francesco ha commentato come di consueto per i fedeli presenti in piazza San Pietro il passo del vangelo del giorno, che nella circostanza narrava la cacciata dei mercanti dal tempio parte di Gesù. Il quale, ha fatto notare il Pontefice, «quella volta ha usato “le maniere forti”, per scuoterci» da un «pericolo mortale»: ovvero strumentalizzare «Dio e il culto a Lui dovuto, oppure il servizio all’uomo, sua immagine». Del resto, non solo «è molto brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento», ma le parole di Gesù nel tempio aiutano anche a «respingere il pericolo di fare della nostra anima, che è la dimora di Dio, un luogo di mercato, vivendo nella continua ricerca del nostro tornaconto invece che nell’amore generoso e solidale». Di conseguenza, ha concluso il Papa, «questo insegnamento di Gesù è sempre attuale», visto che è «comune la tentazione di approfittare di attività buone per coltivare interessi privati, se non addirittura illeciti».

L'Angelus

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE