Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’angelo di Giovanni XXIII

· È morta suor Primarosa Perani ·

Suor Primarosa era una delle ottocento suore Poverelle, la famiglia religiosa dove si lascia tutto per l’unico tesoro che conta, quel Gesù che ha il volto di tanti bisognosi di pane, salute, dignità. A lei però la vita aveva riservato una storia diversa da quella di altre consorelle.

Nata il 28 febbraio 1926 a Fiobbio, nel bergamasco, e morta il 25 agosto a Torre Boldone (Bergamo) nella casa delle Poverelle, a ventisette anni si trovò accanto al futuro Giovanni XXIII e al giovane segretario don Loris Capovilla, entrando a far parte, prima della famiglia patriarcale, e poi di quella pontificia. Con Capovilla seguì infatti da subito in Vaticano il Papa eletto il 28 ottobre 1958, continuando ad occuparsi — insieme con altre due consorelle — del lavoro in cucina, in guardaroba, per gli arredi sacri, la piccola segreteria,

Presenza discreta e operosa nell’appartamento papale ha sempre cercato il nascondimento. Sì, uno degli angeli di Giovanni XXIII, poi di Capovilla, che ha condiviso con loro decenni di quotidianità fatta di lavoro e preghiera, dentro la grande storia del nostro tempo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE