Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L'isola dei destini intrecciati

· Tra gli ospiti in attesa di raggiungere altri Paesi europei e gli isolani fedeli alla loro tradizione di solidarietà ·

Lampedusa, un’isola piccola per un fenomeno imponente come la migrazione di popoli. I lampedusani hanno cuore e pazienza da vendere. La loro storia li ha abituati a essere lo scoglio al quale si aggrappa ogni naufrago: non importa il colore della pelle o la religione.

«Penso — afferma il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini — che Papa Francesco abbia iniziato qui un importante lavoro, avendo compreso come i destini degli ultimi si stiano intrecciando, da molti anni, su quest’isola. Egli ha capito una cosa che, da lontano, sfugge ai più. Il Pontefice non si è affacciato dal balcone su piazza San Pietro per dire che il Mediterraneo è un cimitero. Poteva farlo, ma è venuto a trovarci di persona, rendendo visibili i tanti morti in mare ma anche il fatto che Lampedusa vive essa stessa una condizione di disagio, ultimo lembo di confine italiano ed europeo. Da qui ha voluto, in maniera dolce ma chiara, denunciare le politiche europee e italiane sull’immigrazione, sull’accoglienza, sull’asilo. Non si devono più infilare oltre mille migranti in un centro che oggi ne contiene a malapena 250: questo è trattarli da animali».

L’arcivescovo di Agrigento, monsignor Francesco Montenegro, presidente della Commissione episcopale per le migrazioni della Cei e presidente di Migrantes, ha commentato le ultime immagini televisive sul trattamento antiscabbia praticato all’Imbriacola: «La situazione emergenziale che si vive all’interno del centro — ha detto — non può giustificare situazioni e trattamenti che poco hanno a che fare con il rispetto della dignità umana e dei diritti dell’uomo».

da Lampedusa Paolo Giovannelli

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE