Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

L’America è in missione

· Intervista al cardinale prefetto di Propaganda fide ·

Il trittico simbolo del Congresso americano missionario: rappresenta il Cristo risorto  la Vergine  di Guadalupe  e Gesù in cammino con un uomo lungo le strade del continente

«L’America è in missione». È l’immagine di una Chiesa in cammino, consapevole di se stessa e in dialogo con il mondo quella che il cardinale Fernando Filoni si riporta dalla Bolivia, di ritorno dal quinto Congresso missionario americano (Cam5) dove è intervenuto in qualità di inviato speciale di Papa Francesco. Il coinvolgente entusiasmo e la grande voglia di partecipazione incontrati, ma soprattutto i contenuti del dibattito sviluppatosi tra l’11 e il 14 luglio e le conclusioni programmatiche, hanno lasciato sensazioni positive al prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli che condivide, a caldo, le sue impressioni in questa intervista all’Osservatore Romano. Il porporato parla del processo di crescita delle comunità locali e del loro confronto con una società relativista, segnata dai problemi della migrazione, della povertà, del degrado ambientale, della dignità umana violata. «Dopo il congresso di Maracaibo del 2013, c’era bisogno — dice — di poter focalizzare meglio la visione che Papa Francesco ha della missionarietà della Chiesa. E credo che questo aspetto si sia visto chiaramente, non solo nell’entusiasmo, nel coinvolgimento assai numeroso e molto vivace, ma anche nel lavoro che è stato fatto».

di Maurizio Fontana

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE