Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​L’Africa ha bisogno dei suoi giovani

· ​Da un convegno a Kinshasa l’appello dei vescovi del continente ·

«Non fatevi ingannare dall’illusione di lasciare i vostri Paesi alla ricerca di impieghi inesistenti in Europa e in America». È questo, in sintesi, l’appello lanciato da monsignor Nicolas Djomo Lola, vescovo di Tshumbe e presidente della Conferenza episcopale della Repubblica Democratica del Congo. Un messaggio rivolto ai giovani africani perché non cerchino soluzioni ai loro problemi al di fuori del proprio Paese ma invece lottino per costruire una società migliore.

Monsignor Djomo Lola ha lanciato il suo appello nel discorso di apertura della riunione della Gioventù cattolica panafricana che si è svolta dal 21 al 25 agosto nella capitale congolese Kinshasa. «Guardatevi dagli inganni delle nuove forme di distruzione della cultura della vita, dei valori morali e spirituali. Utilizzate i vostri talenti e le altre risorse a vostra disposizione — ha sottolineato il presidente della Conferenza episcopale — per rinnovare e trasformare il nostro continente e per la promozione della giustizia, della pace e della riconciliazione durature. Voi siete il tesoro dell’Africa. La Chiesa — ha ricordato il vescovo di Tshumbe — conta su di voi, il vostro continente ha bisogno di voi».
Alla riunione, organizzata dal Simposio delle Conferenza episcopali di Africa e Madagascar (Secam/Sceam), hanno partecipato centoventi delegati provenienti da Gabon, Zimbabwe, Ghana, Sud Africa, Botswana, Swaziland, Egitto, Congo, Kenya, Uganda, Camerun.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE