Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La vita in un barattolo

· Irena Sendler e le sue eccezionali gesta quotidiane ·

Un amore appassionato per Gesù; il desiderio di farlo conoscere e amare; la preghiera; un amore disinteressato verso il prossimo; un generoso abbraccio della croce. Sono aspetti della santità. Che si possono ritrovare nelle gesta quotidiane di chi vive accanto a noi. Come quelle compiute da Irena Sendler. 

Irena Sendler all'età di 32 anni

Lo scrive Rossella Fabiani aggiungendo che Irena Sendler, polacca nata in una famiglia cattolica, a rischio della propria vita, ha salvato oltre 2500 bambini ebrei facendoli uscire di nascosto dal ghetto di Varsavia, fornendo loro documenti falsi e trovando loro rifugio. Scoperta dai nazisti viene torturata, le vengono spezzate le gambe, ma resiste e non rivela i nomi dei bambini e i loro nascondigli. Dopo la guerra, arrivano le minacce e i violenti interrogatori anche da parte della polizia del regime comunista per i suoi contatti con il governo in esilio della Polonia e con Armia Krajowa, il braccio armato di quello che successivamente fu definito lo Stato segreto polacco.

Insignita di molti riconoscimenti in Polonia e all’estero, il suo nome è stato raccomandato dal governo di Varsavia per il premio Nobel per la Pace nel 2007 e nel 2008. Nel 1965 è stata riconosciuta dallo Yad Vashem di Gerusalemme “Giusta tra le Nazioni”. E nel 2010 le è stata dedicata una pianta nel Giardino dei Giusti del Mondo di Padova. Quest’anno la città di Maratea assieme alla diocesi di Tursi-Lagonegro e all’ambasciata di Polonia in Italia ha voluto renderle omaggio consegnando nelle mani di sua figlia il premio internazionale «Personaggio del Redentore», alla sua prima edizione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE