Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La visita in Croazia dell'arcivescovo Mamberti

· Dal 19 al 23 ottobre ·

S.E. Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati, accogliendo l'invito formulato dal Ministro degli Affari Esteri e dell'Integrazione Europea della Repubblica di Croazia, S.E. Sig. Gordan Jandroković, ha compiuto una visita ufficiale in Croazia. È giunto a Zagabria la sera di martedì 19 ottobre, accompagnato da Mons. Henryk M. Jagodzinski, Consigliere di Nunziatura in servizio presso la Sezione per i Rapporti con gli Stati. A ricevere Mons. Mamberti vi erano, tra gli altri, il Direttore Generale per l'Europa e l'America del Nord del Ministero degli Affari Esteri e dell'Integrazione Europea della Repubblica di Croazia, l'Ambasciatore Aleksandar Heina; il Capo del Protocollo, il Sig. Ivan Mašina; il Nunzio Apostolico, S.E. Mons. Mario Roberto Cassari; l'Ambasciatore di Croazia presso la Santa Sede, S.E. il Sig. Emilio Marin e il Segretario della Nunziatura Apostolica, Mons. Mauro Lalli.

Il giorno seguente, mercoledì 20 ottobre, hanno avuto luogo gli incontri con le Autorità nazionali croate: il Capo dello Stato, S.E. il Sig. Ivo Josipovi{l-cacute}; il Presidente del Governo, S.E. la Sig.ra Jadranka Kosor; il Vice-Presidente del Parlamento, S.E. il Sig. Vladimir Šeks e il Ministro degli Affari Esteri e dell'Integrazione Europea, S.E. il Sig. Gordan Jandrokovi{l-cacute}. Dopo questo ultimo incontro è stata rilasciata una dichiarazione per la stampa, nella quale Mons. Mamberti, fra altro, ha dichiarato che «La Santa Sede sostiene le aspirazioni della Croazia ad accedere all'Unione Europea, nell'auspicio che il Paese possa offrire ad essa un particolare contributo, nella fedeltà a quei valori cristiani che sono a fondamento della sua identità». La mattinata si è conclusa con una colazione, che il Ministro degli Esteri ha offerto in onore dell'illustre ospite. Subito dopo, Mons. Mamberti si è incontrato con il Ministro della Cultura e Presidente della Commissione per i Rapporti con le Comunità Religiose, S.E. il Sig. Bozo Biškupić.

I diversi colloqui si sono svolti in un clima di cordialità ed hanno permesso di verificare il buono stato delle relazioni esistenti tra la Santa Sede e la Repubblica di Croazia. Sono stati affrontati temi di natura bilaterale ed altri riguardanti la politica regionale ed internazionale, con speciale riferimento alla situazione dei Croati nella Bosnia ed Erzegovina. Le Autorità croate hanno rinnovato l'invito al Santo Padre a recarsi in visita pastorale in Croazia.

Gli impegni ufficiali si sono conclusi con la visita di cortesia al Sindaco di Zagabria, il Sig. Milan Bandić.

Nella mattinata seguente, l'Ecc.mo Mons. Mamberti ha visitato la cattedrale di Zagabria, soffermandosi in preghiera sulla tomba del Beato Cardinale Alojzije Stepinac. In seguito si è recato al Santuario della Madonna della Porta di Pietra, alla Chiesa di San Marco e al cimitero storico di Zagabria Mirogoj, dove sono sepolti illustri personaggi della Chiesa, della storia e della cultura della Croazia.

Nel pomeriggio di giovedì 21 ottobre, si è recato a Lovran nel territorio dell'Arcidiocesi di Rijeka, dove si è incontrato con i Vescovi Croati riuniti nella 41 Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale. Il Presidente, S.E. Mons. Marin Srakil, rivolgendosi all'illustre ospite ha ricordato che i Vescovi croati molte volte hanno indirizzato al Santo Padre l'invito a visitare la Croazia; ha chiesto, quindi, di rinnovarGlielo e di assicurarGli che a loro si unisce tutto il popolo croato.

La sera del medesimo giorno, nella Cattedrale di Rijeka, l'Ecc.mo Segretario per i Rapporti con gli Stati ha presieduto un solenne Pontificale con i Vescovi Croati. All'inizio della celebrazione, l'Ecc.mo Mons. Ivan Devcić, Arcivescovo di Rijeka, ha rivolto alcune parole di benvenuto, alle quali S.E. Mamberti ha risposto, partecipando il saluto affettuoso ed incoraggiante del Papa Benedetto XVI. Durante l'omelia, Mons. Mamberti ha ricordato l'importanza della testimonianza cristiana in ogni situazione della vita, presentando come modello la coraggiosa figura del Beato Cardinale Alojzije Stepinac: «Un eroico testimone di Gesù, che può servirci come esempio, ed è stato figlio di questa nazione, è il Beato Cardinale Alojzije Stepinac (...) La fedeltà alla verità gli è costata la persecuzione, la prigione e, alla fine, la morte. Ma è rimasto fedele, senza nessun compromesso, perché la sua forza nella lotta contro il male è stato il Signore Gesù».

La giornata di giovedì 21 ottobre si è conclusa con una solenne agape, insieme con tutti i Vescovi, e con la partecipazione del Presidente della contea Primorsko-Goranska, il Sig. Zlatko Komadina, nonché del Sindaco della città di Rijeka, il Sig. Vojko Obersnel.

Venerdì mattina 22 ottobre, Mons. Mamberti ha celebrato la Santa Messa nel Seminario Maggiore Interdiocesano di Rijeka, con il Rettore, Mons. Nikola Uravil, il Preside dello Studio Teologico, il Rev.do Prof. Milan Šephar, gli educatori del Seminario e i docenti. Nell'omelia, rivolgendosi ai seminaristi, il Segretario per i Rapporti con gli Stati ha rilevato la cruciale importanza della santità nella vita del seminarista e del sacerdote, richiamandosi alla Lettera del Santo Padre ai seminaristi, appena pubblicata.

Successivamente, Mons. Mamberti si è recato nell'antica Diocesi di Krk, dove è stato accolto dal Vescovo, S.E. Mons. Valter Zupan, con i suoi collaboratori, e dal Sindaco della città, il Sig. Darijo Vasilil. Successivamente ha visitato i più importanti monumenti, in particolare la cattedrale, la chiesa di San Quirino e il castello di Frankopan.

Nel pomeriggio, il Segretario per i Rapporti con gli Stati, tornando da Krk a Zagabria, ha fatto una visita di cortesia all'Em.mo Cardinale Josip Bozanil, Arcivescovo di Zagabria. All'incontro erano presenti anche i Vescovi Ausiliari S.E. Mons. Ivan Šaško e S.E. Mons. Mijo Gorski.

La sera di venerdì 22 ottobre, l'Ecc.mo Mons. Mamberti si è recato a Dubrovnik, dove è stato accolto dall'Amministratore Apostolico, l'Ecc.mo Mons. Zelimir Puljić, Arcivescovo di Zadar. Nella mattinata successiva Mons. Mamberti si è incontrato con il Sindaco della città, il Sig. Andro Vlahušić. L'illustre ospite ha quindi visitato il convento di Santa Chiara, dove si trovano gli uffici della Diocesi, il Convento dei Frati Minori; la chiesa di San Biagio; la Basilica cattedrale e il Convento dei Frati Domenicani, dove si è incontrato anche con i novizi della medesima Congregazione religiosa.

Nel pomeriggio di sabato 23 ottobre, il Segretario per i Rapporti con gli Stati è rientrato in Vaticano.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE