Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La violenza e l’odio sono sempre una sconfitta

· All’udienza generale l’appello del Papa per la Costa d’Avorio e la Libia ·

Nuovo appello del Papa per la Costa d’Avorio e la Libia. Al termine dell’udienza generale di mercoledì 6 aprile, in piazza San Pietro, Benedetto XVI si è rivolto «a tutte le parti in causa» chiedendo che nei due Paesi africani «si avvii l’opera di pacificazione e di dialogo e si evitino ulteriori spargimenti di sangue». In precedenza il Pontefice aveva dedicato la catechesi a Teresa di Lisieux, santa che «ha illuminato tutta la Chiesa» con la sua vita e la sua dottrina.


Continuo a seguire con grande apprensione le drammatiche vicende che le care popolazioni della Costa d’Avorio e della Libia stanno vivendo in questi giorni. Mi auguro, inoltre, che il Cardinale Turkson, che avevo incaricato di recarsi in Costa d’Avorio per manifestare la mia solidarietà possa presto entrare nel Paese. Prego per le vittime e sono vicino a tutti coloro che stanno soffrendo. La violenza e l’odio sono sempre una sconfitta! Per questo rivolgo un nuovo e accorato appello a tutte le parti in causa, affinché si avVII l’opera di pacificazione e di dialogo e si evitino ulteriori spargimenti di sangue.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE